Sasso, carta, forbici. Il Bullismo raccontato in 1 minuto!

È uno tra i giochi più conosciuti al mondo e da oggi anche un cartone animato.

Sasso, Carta e Forbice sono i protagonisti di questa campagna contro il bullismo firmata Android. Una storia raccontata per immagini che emoziona e fa riflettere.
Quando la diversità unisce e rende forti.

Gli effetti del bullismo possono essere devastanti nonostante siano spesso sottovalutati o addirittura ignorati.
La scuola rappresenta uno tra gli ambienti in cui il fenomeno si diffonde con maggiore facilità. Il bagno, la palestra, lo scuolabus sono luoghi di aggregazione all’interno dei quali si ripetono comportamenti devianti tesi ad isolare un compagno o a maltrattarlo.

bullismo, scuola, inclusione

Corto contro il bullismo realizzato da Android dal titolo “Sasso, Carta, Forbice”

Le statistiche mostrano che episodi di bullismo si verificano anche sul posto di lavoro. Un impiegato su sei subisce atti di “violenza”, molti dei quali non sono necessariamente illegali nel senso che non sono previste dalla policy organizzativa del datore di lavoro.

Negli ultimi anni, a seguito dei continui fatti di cronaca e dei dati in pericolosa crescita, in Italia sono stati condotti studi e ricerche sul fenomeno per provare a comprenderlo meglio.

Secondo l’Indagine nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza (2011), le forme di prevaricazione più comunemente messe in atto da bambini e ragazzi sono:

– la diffusione di informazioni false o cattive sul proprio conto (25,2%),
– provocazioni e prese in giro ripetute (22,8%),
– essere ripetutamente oggetto di offese immotivate (21,6%).

Il 10,4% degli intervistati ha detto di subire una continua esclusione/isolamento dal gruppo dei pari.

Le forme di bullismo verbale e relazionale appaiono molto più diffuse rispetto a quelle di bullismo fisico.
In generale, il fenomeno riguarda sia i maschi che le femmine, con una prevalenza per queste ultime di episodi di diffusione di informazioni false o cattive sul proprio conto.
(Fonte: Wikipedia)

Salva