Nei campi di rifugiati siriani l’artista Diala Brisly trasforma muri e tende in opere d’arte (FOTO)

DYALA BRISLYUn pennello, tubetti di vernice e un’enorme tela ricavata da una tenda. Non ci sono dipinti cupi, troppo complicati, dai colori scuri. Le opere sono semplici, raffigurano il sole, le nuvole, cieli aperti e limpidi, regalando ad ogni tenda un’innocenza che fa eco a quella dei bambini siriani che vivono nei campi di rifugiati in Libano e in Turchia.o4-DYALA-570

L’artista siriana Diala Brisly ha inaugurato il suo progetto artistico più di un anno fa. Grazie alla sua idea, è riuscita a trovare una “casa” a disegni e dipinti già apparsi nei suoi fumetti: le mura dei campi profughi.
Armata solo dei ferri del mestiere, la Brisly tenta di riportare un po’ di felicità nei campi. Il progetto, nato ad Arsal in Libano, ha ispirato gli ospiti più piccoli, spingendoli ad esprimere loro stessi attraverso l’arte. Diala ha spiegato ad HuffPost Arabia che “i bimbi hanno accolto il progetto a braccia aperte perché riesce a restituire loro un po’ della vita che si sono lasciati alle spalle, a ricordare dei parchi in cui giocavano prima di tutto questo”.

 (tratto da http://www.huffingtonpost.it/)