Musica che cura: credi nel potere terapeutico della musica?

cura

La musica tra cura, guarigione e magia: le origini

Il rapporto tra la Musica e la cura, a ben vedere, è da sempre esistito. Nella mitologia di ogni popolo, infatti, la Musica viene rivelata o trasmessa all’uomo da esseri soprannaturali ed è considerata portatrice di poteri magici.

Molti miti sono incentrati sul potere magico della Musica. Secondo i Greci, Apollo, Dio della guarigione e della Musica, produceva armonia nei cieli con i suoi movimenti ritmici. Un suo figlio invece, Orfeo, curava il corpo e l’anima con la Musica e con la medicina. Egli, infatti, riportò in vita l’amata Euridice con il suo canto.

La convinzione dell’esistenza di un suono originario che governa e ordina l’Universo non appartiene alla sola cultura classica antica, ma è anche il fondamento di tutte le filosofie musicali esoteriche. Non pochi sono gli esempi di miracolose guarigioni nel corso della storia, tra Mito e Religione, per effetto della Musica. Nelle isole Aleutine ancora oggi si racconta del miracoloso risveglio dalla morte di un uomo grazie al potere magico del canto dell’amata. Ancora, alcuni secoli fa, i Jessakid, antichi medici dell’odierno Canada, eseguivano le pratiche mediche accompagnandole con canti e danze.

Le credenze che assegnano alla Musica il potere di guarire non si fermano ai riti pagani. Nel Vecchio Testamento la pazzia del Re Saul, oggi riconducibile al quadro clinico della depressione, viene curata durante la notte dai poteri magici dell’arpa di David.

L’ esempio illustre nel Salento che ne ha testimoniato il declino (E. De Martino, La terra del rimorso, 1959) è rappresentato dal fenomeno noto con il termine di Tarantismo; laddove l’esorcismo coreutico-cromatico-musicale costituiva l’unica possibilità di deflusso delle sofferenze inconsce di individui e collettività.

La musicoterapia oggi non si basa più su nozioni empiriche o rituali. Essa si fonda su evidenze scientifiche dimostrabili.

(tratto da “Il Manuale di Arti Terapie” di Stefano Centonze)