Definire la Musicoterapia

Il termine musicoterapia è stato coniato dai greci e deriva dai concetti di musikè e therapeia. Per musikè s’intende una rappresentazione dell’uomo in parola, suono e movimento; per therapeia l’assistenza, la cura, la guarigione. Oggi con il termine musica intendiamo solamente ciò che è inerente al suono mentre il termine musicoterapia viene utilizzato per indicare la cura di malattie che possono giovare degli effetti terapeutici delle audizioni musicali.
Secondo R. Mc Clellan l’utilizzo della musica a scopi curativi si fonda sul fatto che la musica influisce sul nostro corpo fisico per effetto della risonanza. Ciò avviene sia a livello personale (emotivo) che transpersonale (spirituale) e si basa sul presupposto che è nello stress emotivo e in un atteggiamento mentale negativo, causa di squilibri e blocchi energetici, che possiamo trovare la causa primaria della malattia. Nella misura in cui il disturbo viene considerato un sintomo di un malessere la cui ragione va ricercata nella vita emozionale, mentale e spirituale dell’individuo sofferente, la musica può aiutare a ritrovare lo stato originario di benessere, ciò in quanto faciliterebbe l’espressione delle emozioni e potrebbe essere consciamente usata per un vivere migliore.